ECDL : un dovere prenderla

La patente europea del computer, ECDL, anche se nella pratica è quasi nella sua totalità una certificazione su prodotti Microsoft, dovrebbe essere inserita come esame obbligatorio nel liceo oppure, come avviene già per la lingua estera in molte facoltà (inglese e francese in primis), come certificazione richiesta per terminare l’università.

Il mondo del lavoro parla Microsoft principalmente: .doc. .xsl, ppt principalmente; allora perchè non ammettere questa realtà e accettarla come punto di partenza per ogni lavoro informatizzato?

Dovrebbe essere pagata dallo stato perchè deve essere considerata un suo dovere formare i propri cittadini in modo da consentire loro di essere potenzialmente più produtti i

Non è possibile che ci siano ragazzi adolescenti a fine liceo o addirittura  laureandi che a malapena riescono a navigare in internet (spesso mossi di recente per “merito” della moda Facebook) o a scrivere documenti usando word: un paese che vive ancora in questa profonda ignoranza informatica non andrà mai avanti.

Ho analizzato i documenti che vengono forniti, inclusi i test multimediali, e li ritengo validi per avere una conoscenza sufficiente dell’ambiente Windows; certo non sono approfonditi, ma comunque si acquisisce una consapevolezza di cosa si dovrebbe utilizzare a seconda delle esigenze e come.

Molti che ho conosciuto la hanno presa perché costretti dai propri datori, o perchè fornisce punti per alcuni concorsi: non dovrebbe essere un obbligo ma una propria scelta mossa dalla necessità di capire meglio come funziona quel componente elettronico che utilizzeranno per decine di anni: ne guadagneranno in qualunque caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *