4-207g
4-206g
4-205g
4-204g
Vigamus Link Campus

Corso universitario di Strumenti e Tecniche di Game Development – Vigamus / Link Campus University

E’ con estremo piacere che ho appena terminato di tenere il corso di “Strumenti e  Tecniche di Game Development” presso l’università privata Vigamus – Link Campus University, il corso, che ho rimodulato completamente rispetto a quello dell’anno precedente, è stato suddiviso il tre aree tematiche:

  • Flussi di lavoro, costi, tecnologie e tools;
  • Fondamenti di programmazione in C#;
  • Fondamenti di Unity3D;

L’approccio è stato completamente diverso dall’iter formativo presentato negli anni precedenti, completamente focalizzato sul progettuale invece che sul teorico e progettuale; nella mia visione ho preferito approcciare diversi argomenti invece che focalizzarmi su un solo filone didattico, allo scopo di non penalizzare quegli studenti meno avvezzi ai concetti di programmazione; sarebbe stato altamente improduttivo realizzare un corso solo su Unity considerando che gli studenti nel 98% dei casi non hanno alcun fondamento di programmazione. Chiaramente la parte di realizzazione in Unity è stata ridimensionata, ma hanno trovato spazio argomenti come le coroutine, nozioni di ottimizzazione di modellazione, texturing, componenti, update, awake, fixedupdate, lerp, serializefield, fisica, collisions etc, nozioni sufficienti per poter iniziare a realizzare un progetto minimale. Durante il corso ho proposto esercizi sui diagrammi di flusso allo scopo di favorire l’operazione di semplificazione e strutturazione delle soluzioni di diversi problemi, successivamente sono state presentate tre tranches di esercizi di fondamenti di programmazione (variabili,if, while, for, array, liste, etc) e infine è richiesto un progetto unity per poter effettuare l’esame finale.

Il tutto è stato condiviso attraverso circa 3.000 (tremila) slides create appositamente per questo corso tutte spiegate a lezione per non lasciare alcun concetto “interpretabile”.

Screenshot_130843788556699600

Alitalia – iOS : iAlitalia Experience

Developer: code me;

Tech: Unity3D;

Devices: iOS and Android;

Modeling: 101%;

Desc: a showroom of different airplanes from Alitalia (A330 & A320), with an Augmented Really experience, landing & takeoff animations, realtime position using online tracking services, and a search engine to show  employees signatures on the plane.

Time: 2 months (july and august 2015, and in the meantime i got my second daughter, i worked in the hospital some hours after she was born…damn)

2015-09-01 19.54.59 2015-09-07 08.55.02 Screenshot_130843788556699600 2015-09-03 08.41.57

4-203g
unnamed
Dixan_01

Dixan: La mia scelta

Backend Code: by me (all PHP, including .htaccess conf,  MySQL queries etc)

Frontend Code: Francesco Romeo (page, CSS, “wheel” JS etc) & by me (JS, Social integration, etc)

User interface: 101D / 101%

Client: 101D / 101% – We Are Social

Time: Less than a month of work

How it works: A serie of templates loop and are populated by user, social, brand contents.

Difficulties: there were some doubts about how to show infos, so the algorithm was changed during development and i was forced to change also the queries.

http://dixanlamiascelta.donnad.it

 

Dixan_01

 

 

Screenshot 2015-03-29 11.32.55

MSC Cruises/Crociere : Inner Island project

Backend Code: by me (all PHP, including .htaccess conf,  MySQL queries, crontab DB backup tasks etc)

Frontend Code: Francesco Romeo & by me (JS games, Wade 1.2 Game, Login and Social integration, etc)

User interface: 101D / 101%

Client: 101D / 101% – We Are Social

Time: Less than two months of work

How it works: After FB login the app generate a virtual isle populating with different assets chosen from the user answers, after this first phase there are three JS games (one using Wade game engine), and later a last area which is used to send CV and ideas. Users could also download facebook background, twitter background and the printable poster, all were composed in realtime in PHP.

Problems: The only problem we faced was due to a bug of google chrome which crashes when doing redirect via js or even php, we had to develop a different flow only for this browser. This crash seems related to problems regarding connections not closed properly by the browser tab.

http://www.innerisland.com  

Screenshot 2015-03-29 11.32.55

Screenshot 2015-03-29 11.33.05

 

Screenshot 2015-03-29 11.26.39

Abraham Lincoln

Il mio figlioletto inizia oggi la scuola: per lui, tutto sarà strano e nuovo per un po’ e desidero che sia trattato con delicatezza. È un’avventura che potrebbe portarlo ad attraversare continenti, un’avventura che, probabilmente, comprenderà guerre, tragedie e dolore. Vivere questa vita richiederà fede, amore e coraggio. 

Dovrà imparare, lo so, che non tutti gli uomini sono giusti, che non tutti gli uomini sono sinceri.
Però gli insegni anche che per ogni delinquente, c’è un eroe;
che per ogni politico egoista c’è un leader scrupoloso…

Gli insegni che per ogni nemico c’è un amico,
cerchi di tenerlo lontano dall’invidia, se ci riesce, e gli insegni il segreto di una risata discreta.

Gli faccia imparare subito che i bulli sono i primi ad essere sconfitti…
Se può, gli trasmetta la meraviglia dei libri…

Ma gli lasci anche il tempo tranquillo per ponderare l’eterno mistero degli uccelli nel cielo, delle api nel sole e dei fiori su una verde collina.
Gli insegni che a scuola è molto più onorevole sbagliare piuttosto che imbrogliare…

Gli insegni ad avere fiducia nelle proprie idee, anche se tutti gli dicono che sta sbagliando…
Gli insegni ad essere gentile con le persone gentili e rude con i rudi.

Cerchi di dare a mio figlio la forza per non seguire la massa, anche se tutti saltano sul carro del vincitore…
Gli insegni a dare ascolto a tutti gli uomini, ma gli insegni anche a filtrare ciò che ascolta col setaccio della verità, trattenendo solo il buono che vi passa attraverso.

Gli insegni, se può, come ridere quando è triste.
Gli insegni che non c’è vergogna nelle lacrime.
Gli insegni a schernire i cinici ed a guardarsi dall’eccessiva dolcezza.
Gli insegni a vendere la sua merce al miglior offerente, ma a non dare mai un prezzo al proprio cuore e alla propria anima.
Gli insegni a non dare ascolto alla gentaglia urlante e ad alzarsi e combattere, se è nel giusto.
Lo tratti con gentilezza, ma non lo coccoli, perché solo attraverso la prova del fuoco si fa un buon acciaio.

Lasci che abbia il coraggio di essere impaziente.
Lasci che abbia la pazienza per essere coraggioso.
Gli insegni sempre ad avere una sublime fiducia in sé stesso,
perché solo allora avrà una sublime fiducia nel genere umano.
So che la richiesta è grande, ma veda cosa può fare…
E’ un così caro ragazzo mio figlio”.

 

Abraham Lincoln

Screenshot 2015-01-30 17.03.57
anonymous_mask_2-wallpaper-480x272

da: Il grande dittatore di Charlie Chaplin

anonymous_mask_2-wallpaper-480x272

« Noi tutti vogliamo aiutarci vicendevolmente. Gli esseri umani sono fatti così. Vogliamo vivere della reciproca felicità, ma non della reciproca infelicità. Non vogliamo odiarci edisprezzarci. Al mondo c’è posto per tutti. E la buona terra è ricca e in grado di provvedere a tutti.

La vita può essere libera e bella, ma noi abbiamo smarrito la strada: la cupidigia ha avvelenato l’animo degli uomini, ha chiuso il mondo dietro una barricata di odio, ci ha fatto marciare, col passo dell’oca, verso l’infelicità e lo spargimento di sangue. Abbiamo aumentato la velocità, ma ci siamo chiusi dentro. Le macchine che danno l’abbondanza ci hanno lasciato nel bisogno. La nostra sapienza ci ha resi cinici; l’intelligenza duri e spietati. Pensiamo troppo e sentiamo troppo poco. Più che di macchine abbiamo bisogno di umanità. Più che d’intelligenza abbiamo bisogno di dolcezza e di bontà.

Senza queste doti la vita sarà violenta e tutto andrà perduto.

L’aereo e la radio ci hanno avvicinati. E’ l’intima natura di queste cose a invocare la bontà dell’uomo, a invocare la fratellanza universale, l’unità di tutti noi. Anche ora la mia voce raggiunge milioni di persone in ogni parte del mondo, milioni di uomini, donne e bambini disperati, vittime di un sistema che costringe l’uomo a torturare e imprigionare gli innocenti. A quanti possono udirmi io dico: non disperate. L’infelicità che ci ha colpito non è che un effetto dell’ingordigia umana: l’amarezza di coloro che temono la via del progresso umano. L’odio degli uomini passerà, i dittatori moriranno e il potere che hanno strappato al mondo ritornerà al popolo. E finché gli uomini non saranno morti la libertà non perirà mai.

Soldati! Non consegnatevi a questi bruti, che vi disprezzano, che vi riducono in schiavitù, che irreggimentano la vostra vita, vi dicono quello che dovete fare, quello che dovete pensare e sentire! Che vi istruiscono, vi tengono a dieta, vi trattano come bestie e si servono di voi come carne da cannone. Non datevi a questi uomini inumani: uomini-macchine con una macchina al posto del cervello e una macchina al posto del cuore! Voi non siete delle macchine! Siete degli uomini! Con in cuore l’amore per l’umanità! Non odiate! Solo chi non è amato odia! Chi non è amato e chi non ha rinnegato la sua condizione umana! (sic)

Soldati! Non combattete per la schiavitù! Battetevi per la libertà! Nel Vangelo di san Luca è scritto che il regno di Dio è nell’uomo: non in un uomo o in un gruppo di uomini ma in tutti gli uomini! In voi! Voi, il popolo, avete il potere di rendere questa vita libera e bella, di rendere questa vita una magnifica avventura. E allora, in nome della democrazia, usiamo questo potere, uniamoci tutti. Battiamoci per un mondo nuovo, un mondo buono che dia agli uomini la possibilità di lavorare, che dia alla gioventù un futuro e alla vecchiaia una sicurezza.

Promettendo queste cose i bruti sono saliti al potere. Ma essi mentono! Non mantengono questa promessa. Né lo faranno mai! I dittatori liberano se stessi ma riducono il popolo in schiavitù. Battiamoci per liberare il mondo, per abbattere le barriere nazionali, per eliminare l’ingordigia, l’odio e l’intolleranza. Battiamoci per un mondo ragionevole, un mondo in cui la scienza e il progresso conducano alla felicità di tutti. Soldati uniamoci in nome della democrazia!

Hannah, mi senti? Ovunque tu sia, alza gli occhi! Alza gli occhi, Hannah! Le nubi si disperdono! E torna il sole! Usciamo dalle tenebre alla luce! Entriamo in un mondo nuovo, un mondo più buono, dove gli uomini saranno superiori alla loro ingordigia, al loro odio e alla loro brutalità. Alza gli occhi, Hannah! L’anima dell’uomo ha messo le ali e finalmente egli comincia a volare. Vola nell’arcobaleno, nella luce della speranza. Alza gli occhi, Hannah! Alza gli occhi! »

Screenshot 2014-12-05 23.51.18